Perizia per l'iper ammortamento in Industria 4.0

Oltre la Perizia per l’Iper Ammortamento – Il Mondo di Industria 4.0

Il mondo di Industria 4.0 e lo spirito del Piano Nazionale italiano – dalla perizia per l’iper ammortamento all’innovazione, dal miraggio del software alle verifiche del MISE dopo la perizia, fino alla Fabbrica 4.0. Il consulente 4.0 ed il futuro delle vendite – anche all’estero.

Il mondo di Industria 4.0 - l'automazione sara' sempre piu' importante
Il mondo di Industria 4.0 – l’automazione sara’ sempre piu’ importante. Il personale della fabbrica dovra’ quindi essere sempre piu’ specializzato

COS’E’ IL MONDO INDUSTRIA 4.0?

Pochi ci pensano, ma c’e’ un mondo – anzi un universo – oltre il Piano Nazionale Industria 4.0; e perfino oltre la perizia per l’iper ammortamento. E’ per questo che nel titolo ho usato Industria 4.0 invece della nuova denominazione utilizzata in Italia, ovvero Impresa 4.0 – denominazione riferita al Piano Nazionale italiano, appunto.

Questo mondo, conosciuto internazionalmente come Industry 4.0, non si ferma certamente alla perizia per l’iper ammortamento. Si tratta di una galassia in continua evoluzione, ma con uno scopo ben definito: rendere le fabbriche parte integrante dell’enorme rete che si sta creando.

Tale rete – in Italia viene usato il termine interconnessione – ha lo scopo di integrare la fabbrica nel nuovo mondo digitale; il che, fondamentalmente, significa integrarla con il mondo di internet.

Ma attenzione! Non stiamo parlando di navigare su internet, cercare clienti, ecc. Stiamo parlando di rendere la fabbrica un nodo in grado di interagire con altre fabbriche, i fornitori, i clienti; perfino di rendere operai, impiegati e responsabili in grado di controllare le macchine ed il flusso di informazioni/decisioni – in ogni momento.

Stiamo parlando della Fabbrica 4.0.

La perizia per l'iper ammortamento deve verificare una lunga serie di condizioni - inclusa l'interconnessione e la facilita' di operazione
La perizia per l’iper ammortamento deve verificare una lunga serie di condizioni – inclusa l’interconnessione e la facilita’ di operazione

 

OLTRE LA PERIZIA PER L’IPER AMMORTAMENTO

Come potete vedere, abbiamo appena parlato di tante cose che non fanno parte della perizia per l’iper ammortamento. E’ ben vero che molte di queste cose – se presenti – aiutano a soddisfare i criteri per l’agevolazione dell’iper ammortamento, ma noi siamo andati ben oltre.

Del resto, l’iper ammortamento e’ solo un incentivo, e come tale va regolato.

Immagino quanto sia stato difficile, per i tecnici del MISE, definire dei criteri che:

  1. Portino le aziende interessate all’imbocco della strada per la Fabbrica 4.0
  2. Non siano troppo stringenti, per evitare che nessuna impresa possa partecipare
  3. Consentano delle verifiche adeguate, visto che si tratta di incentivi.

In effetti, i criteri decisi dal MISE non sono cosi’ semplici come si potrebbe pensare. Ovviamente, questo consiglia di scegliere un buon consulente per la perizia, ma c’e’ di piu’. Penso che la difficolta’ di dimostrare il possesso dei requisiti di Impresa 4.0 sia legata al desiderio del MISE di non dare appigli a chi sceglie la strada dell’agevolazione in quanto tale.

In poche parole, lo Stato italiano vuole che le imprese italiane comincino veramente a fare innovazione; vuole che le imprese rispettino lo spirito di Industria 4.0.

Non solo software per l'iper ammortamento - una macchina utensile per la fresatura
Non solo software per l’iper ammortamento – una macchina utensile per la fresatura

 

LA PERIZIA IMPRESA 4.0 ED IL MIRAGGIO DEL SOFTWARE PER L’IPER AMMORTAMENTO

Abbiamo visto che i criteri decisi dal MISE sono tutt’altro che banali: vanno ben oltre il software. E poi ci sono le verifiche del MISE, ovvero dello Stato.

Ora, puo’ darsi che a qualche azienda manchi solo del software per rispettare i requisiti dell’iper ammortamento, ma:

  1. I requisiti sono tali, che e’ ben difficile che cio’ possa accadere
  2. Nella circolare del MISE e dell’Ufficio delle Entrate si parla anche di aspetti organizzativi e/o che poco-niente hanno a che fare col SW
  3. Il software deve essere a tutti gli effetti integrato – normalmente non basta mettere qualche programma su un pc
  4. Se un software e’ sufficiente per ottenere l’iper ammortamento, significa che fondamentalmente la fabbrica soddisfaceva gia’ quasi tutti i requisiti
  5. Pur col massimo rispetto per chi il SW lo fa, la mia esperienza – collaboro con un collega per le perizie Impresa 4.0 – mi dice che e’ l’analisi tecnica che prova i requisiti. Ebbene, l’analisi tecnica e’ multi-disciplinare, molto complessa e tutt’altro che facile; soprattutto, e’ il lavoro del consulente che prova – se ve ne sono gli estremi – i requisiti richiesti. E questo lavoro tiene conto di tutti i fattori, logistica compresa.

Quindi se permettete, penso che – salvo rare eccezioni – dire che un software vi fa ottenere l’iper ammortamento non sia esatto. Infine, mi chiedo come faccia una software house che non ha fatto alcuna analisi tecnica – quella per la perizia, intendo – a dire che un pacchetto software vi mette in grado di soddisfare i requisiti di Impresa 4.0.

Industria 4.0 - Oltre la perizia per l'iper ammortamento c'e' un mondo
Industria 4.0 – Oltre la perizia per l’iper ammortamento c’e’ un mondo

 

DOPO LA PERIZIA – LE VERIFICHE INDUSTRIA 4.0

Prima ho accennato alle verifiche dello Stato, o meglio del MISE: ebbene, com’e’ ovvio lo Stato italiano fara’ dei controlli. E’ per questo che la perizia e’ solo il punto di arrivo di un’analisi tecnica ben fatta: in caso di controllo, l’azienda dovra’ dimostrare di soddisfare veramente i requisiti del Piano Nazionale italiano.

Le implicazioni di cio’ sono ovvie:

  1. Il rapporto tra perito ed impresa deve essere fiduciario, estremamente professionale e duraturo. Gia’ qui, mi viene da sorridere se penso a chi scegliera’ il perito in base a certe pubblicita’ che promettono prezzi piu’ bassi degli altri. Le multe possono essere molto pesanti – a seconda della “gravita’, ovviamente – per cui forse il criterio principale dovrebbe essere un altro
  2. Una relazione tecnica seria, ben fatta e con materiale a supporto, dovrebbe evitare guai – o perlomeno evitare guai seri in caso di contestazioni
  3. In fase di verifica – e magari di contestazione – sara’ fondamentale la collaborazione stretta e leale tra imprenditore e perito. Non vorrei ripetermi, ma questo significa scegliere il perito in base a criteri di qualita’
  4. C’e’ sempre ampio lasco per le interpretazioni – impossibile che non ci sia in un campo cosi’ vasto e complesso. Immagino che in fase di controllo contera’ molto anche il rispetto dello spirito di Impresa 4.0. Voglio essere piu’ preciso: in caso di dubbio, se gli ispettori stimeranno che la fabbrica abbia fatto di tutto per l’agevolazione in quanto tale – ma senza alcun reale interesse nell’innovazione della fabbrica – cosa pensate che faranno?
La perizia per l'iper ammortamento deve essere in grado di resistere alle verifiche previste per Industria 4.0
La perizia per l’iper ammortamento deve essere in grado di resistere alle eventuali verifiche previste per Industria 4.0

 

FABBRICA 4.0 ED INNOVAZIONE

Abbiamo chiarito che Industria 4.0 non e’ assolutamente (solo) software, e che e’ il caso di rispettare lo spirito del Piano Nazionale Industria 4.0; nonche’ di ingaggiare consulenti di fiducia e di spessore per la perizia, ovviamente.

Passiamo ora alla Fabbrica 4.0.

Negli ultimi anni si e’ fatto un gran parlare di innovazione, ma tutto e’ stato spesso ridotto alla digitalizzazione; si era perfino arrivati al mito – chiamiamolo cosi’ – dei digital champions.

Reveries a parte, quanto abbiamo visto finora dimostra quanto l’idea di Fabbrica 4.0 sia lontana da un fenomeno puramente digitale. Per quanto l’Italia sia il Paese dove la banda larga viene definita digitale terrestre, e’ indubbio che il Piano Nazionale Impresa 4.0 abbia imboccato la strada giusta.

Ma qual’e’ l’innovazione che rende un’azienda Fabbrica 4.0? Faccio un esempio:

  1. L’imprenditore puo’ consultare in ogni momento – magari da smartphone – lo stato della produzione, dei clienti e dei fornitori, nonche’ della logistica. Questo significa che puo’ reagire in modo informato e molto rapidamente – parliamo di opportunita’, problemi, ecc.
  2. I responsabili dei settori possono programmare le attivita’ tramite un semplice schermo – smartphone, tablet, ecc.
  3. I clienti possono fare gli ordini senza fax o simili, interagendo in tempo reale con la fabbrica
  4. I fornitori sanno rapidamente ed in anticipo cosa sara’ loro richiesto
  5. La logistica puo’ essere ottimizzata – senza 1.000 viaggi semi-vuoti e magari urgenti
  6. L’amministrazione e gli uffici hanno a disposizione tutti i dati e le statistiche che consentono loro di prendere decisioni informate.
Industria 4.0 - non solo iper ammortamento ma anche logistica, clienti, ecc.
Industria 4.0 – non solo iper ammortamento ma anche logistica, clienti, ecc.

 

E LE VENDITE, MAGARI ALL’ESTERO?

Mi viene da piangere quando vedo internet ridotto a cio’ che vi fara’ vendere a Timbuctu’, specie se sei una PMI. Penso che qualunque consulente Industria 4.0 reagisca come me.

Come consulente non solo di Industry 4.0, ma soprattutto di export ed internazionalizzazione, sono sempre stato molto critico di certe proposte che vengono fatte alle PMI. Non si fanno schiere di clienti con qualche pagina Facebook o di altri socials; ma questo e’ un discorso molto lungo, che ho gia’ trattato in parecchi altri articoli – li trovate su Export OK.

Per essere chiari:

  1. Se la vostra azienda e’ veramente innovativa – od e’ sulla strada buona – potrete competere sia in Italia che sui mercati esteri. Ai possibili clienti fa piacere lavorare come nell’esempio del capitolo precedente
  2. L’azienda che non punta a Fabbrica 4.0 sara’ schiacciata dalla competizione innovativa – e’ solo questione di tempo
  3. Una Fabbrica 4.0 si presenta gia’ da se’ – si presenta molto meglio che con una marea di marketing “da cassetta” su qualche social
  4. Che voi facciate del made in Italy ed i vostri prodotti siano di qualita’, non gliene importa ‘na cippa a nessuno. Importa come lavorate e come sara’ lavorare ed interfacciarsi con voi
  5. Ridurre le possibilita’ di internet a puro strumento di marketing mi sa da basso Medio Evo
  6. Non sfruttare internet – e gli altri strumenti innovativi – al 100%, leggi Industry 4.0, e’ veramente assurdo.

Video del MISE con un veloce riassunto delle agevolazioni Industria 4.0, innovare per crescere

 

CONCLUSIONI – E VOI?

Per concludere: l’iper ammortamento e’ un’occasione per lanciarvi nel futuro – ma occorre comprenderne lo spirito e puntare alla Fabbrica 4.0. Che e’ poi quello che dovrebbe fare un consulente Industria 4.0 – sicuramente il suo ruolo non e’ quello di produrre software.

Voi che ne pensate? Come vedete il mondo di Industria 4.0?

Mi piacerebbe anche sentire quali strade pensate di percorrere, e come.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto